CHIUDIAMO GLI ALLEVAMENTI INTENSIVI

“Esistono gli allevamenti intensivi perché vi è una domanda sempre più alta di cibi animali e questo non è più sostenibile da parte dell’ambiente e dall’uomo”, scrive Filippo. Che sottolinea come “moltissime e sempre più frequenti sono le malattie del benessere legate ad un’alimentazione ricca di carne e derivati e povera di frutta e verdura lontana anni luce dalla vera dieta mediterranea”.

In più, ricorda il problema della resistenza antibiotica: “il 70% degli antibiotici prodotti nel mondo finisce negli allevamenti intensivi. In quelli avicoli, per esempio, analisi commissionate dall’Unione Europea hanno trovato elevate percentuali di batteri resistenti”.
Chiede quindi “la chiusura degli allevamenti intensivi presenti in Italia e di non importare carni e derivati da questo tipo di allevamento a favore di realtà più piccole e più rispettose del benessere animale”.
CHIUDIAMO GLI ALLEVAMENTI INTENSIVIultima modifica: 2016-08-04T23:37:24+02:00da modaefashion
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento