La mattanza degli agnelli e dei capretti lasciamola al passato. Scegli la vita

26

La mattanza degli agnelli e dei capretti lasciamola al passato. Scegli la vita

SCEGLI LA VITA: SAVE THE LAMB!

In questo periodo, migliaia di agnellini innocenti con un solo mese di vita, vengono macellati in occasione della Pasqua.

Tuttavia, nel corso del tempo, come mostrano i dati Istat, si è registrato un calo progressivo nella vendita di carne di agnello in tutta Italia, chiaro segno che un cambiamento culturale  è possibile.

Dal 2016 al 2020 il consumo di carne di agnello è diminuito del 50%.

Nel 2018 sono stati macellati 3.8 milioni di agnelli, un numero comunque elevato anche se tende a ridursi di anno in anno.

In Italia, nel 2020, circa 2 milioni di agnelli sono stati uccisi, di cui 300 mila durante il periodo pasquale.

Il Consorzio per la tutela dell’agnello Igp di Sardegna stima per il 2021 un calo del 35% nel consumo durante le celebrazioni di Pasqua.

Rimane ancora molto da fare per cercare di concretizzare un definitivo e netto cambio di direzione.

Per questo, il nostro impegno come associazione animalista è quello di informare il più possibile sull’importanza delle scelte alimentari individuali. Annualmente Animalisti italiani, porta avanti la campagna di sensibilizzazione Save The Lamb (Salva l’agnello) per incentivare gli italiani nella scelta di non mangiare gli agnellini, uccisi ancora cuccioli per una triste e arcaica tradizione.

Anche quest’anno a causa del coronavirus i nostri volontari non potranno dedicarsi al consueto  in un volantinaggio cruelty-free davanti alle chiese e piazze di numerosissime città d’Italia, ma lanceremo  ugualmente un messaggio di pietà e di amore verso tutti gli esseri viventi attraverso contenuti ad hoc sulle nostre piattaforme social e grazie al supporto di professionisti del calibro del Dr. Vasco Merciadri, medico chirurgo esperto in nutrizione, membro del Comitato Scientifico AssoVegan e della famosa chef veg di “Naturalmente Crudo” Laura Fiandra, moglie del celebre attore Tullio Solenghi con cui è impegnata nel difendere i diritti degli animali.

In occasione della solennità della Domenica delle Palme, il 28 marzo, abbiamo organizzato un webinar che si terrà online, in diretta alle ore 21, sulla pagina Facebook degli Animalisti Italiani, con l’intento di divulgare consapevolezza in merito alle scelte alimentari. Il Dr. Merciadri farà un excursus sulle caratteristiche delle proteine vegetali e animali, mostrando come la dieta vegan sia da preferire, sia per la nostra salute che per il pianeta tutto, sia dal punto di vista etico che dal punto di vista nutrizionale-scientifico.

La mattanza degli agnelli lasciamola al passato.

Scegli la vita.

Questo il messaggio lanciato anche la chef Laura Fiandra attraverso un video in cui ci mostra una delle sue ricette cruelty-free e piene d’amore a cui è abbinata, quest’anno, l’iniziativa di un contest social su Instagram per coinvolgere tutti nell’inviare una foto del piatto sostenibile (privo di proteine animali) ideale per festeggiare la Pasqua.

A ciascun partecipante chiediamo di pubblicare, nel periodo compreso tra il 22 marzo e il 5 aprile, la propria ricetta preferita taggando la pagina instagram ufficiale degli Animalisti Italiani. Lo scatto più originale, secondo la valutazione del Team Veg dei volontari dell’associazione, verrà premiato con un premio a sorpresa.

“Tutte le volte che cucino mi commuovo. Perchè qui ci giochiamo veramente tutto: ci giochiamo la vita o la morte di milioni di animali meravigliosi; ci giochiamo il rispetto per il pianeta, la nostra casa e la nostra salute!
Che sia una Pasqua di amore e di pace. Scegli la vita”, afferma la nota chef di Naturalmente Crudo.

Possiamo e dobbiamo elevarci ad uno stadio superiore di nutrizione, e soprattutto morale, nel pieno rispetto del nostro organismo e della vita in genere.

Prima lo facciamo meglio è, per noi, per gli animali e per la nostra biosfera.

VIDEO LAURA FIANDRA

La mattanza degli agnelli e dei capretti lasciamola al passato. Scegli la vitaultima modifica: 2021-03-26T18:59:52+01:00da modaefashion
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento