Vademecum in viaggio con i nostri animali

Arcaplanet, la catena di distribuzione leader in Italia con 153 punti vendita in 13 regioni, forte dell’esperienza di oltre 20 anni (21 quest’anno) sul mercato, capace di selezionare i migliori prodotti alimentari e non per gli amici pet, grazie alla collaborazione diretta con ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) e la pluriennale lavoro in partnership con ENPA per le campagne di non abbandono e collette alimentari, è in grado di offrire suggerimenti utili, a seconda dell’amico che viaggia con la famiglia.  

In ogni store è presente un Totem interattivo che permette consulenza professionale veterinaria e funzioni inedite: oltre al catalogo per tutti i prodotti presenti in assortimento, vengono fornite indicazioni specifiche riguardo alle dosi consigliate, gli ingredienti e le modalità d’uso. Nella sezione “Vet On line” un servizio originale ed esclusivo, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani. Nelle FAQ tutte le informazioni e gli articoli relativi alla salute e al benessere del proprio animale. Non mancano poi tutte le news dal mondo animale, video divertenti e contenuti simpatici selezionati da Arcaplanet.

PER MICIO E PER FIDO COSA NON DIMENTICARE IN VALIGIA  

  • Certificato di iscrizione in anagrafe, libretto sanitario e, se richiesti dalle autorità della località che si intende raggiungere, certificato di buona salute, certificato della vaccinazione antirabbica, passaporto europeo. 
  • Strumenti per la raccolta delle deiezioni. 
  • Eventuali farmaci che l’animale assume d’abitudine, prodotti antiparassitari e un mini-kit di pronto soccorso. 
  • Il necessario per l’igiene (spazzola, salviettine umidificate, un asciugamano).

 VIAGGIARECON GLI ANIMALI

Il decalogo del Ministero della Salute per andare in vacanza con i propri amici a quattro zampe
Ci avviciniamo alle vacanze e molti di noi stanno già valutando offerte e pacchetti viaggio. Per viaggiare con Fido e Micio è necessario prepararsi adeguatamente: è importante avere i documenti in regola, conoscere gli obblighi sanitari del luogo in cui si soggiornerà e conoscere i regolamenti delle compagnie aeree, marittime o ferroviarie di cui faremo uso.

Per viaggiare in Italia sono obbligatorie l’identificazione e l’iscrizione dei cani all’Anagrafe degli animali d’affezione, mentre per i gatti l’iscrizione in Italia è facoltativa, anche se consigliata, perché in caso di smarrimento qualsiasi veterinario potrà risalire a noi dal microchip. 

Tuttavia gatti e furetti hanno l’obbligo di registrazione all’anagrafe con impianto del microchip in caso di viaggi all’estero anche per I Paesi Ue per poter acquisire il passaporto europeo, documento indispensabile, come per il cane, per le movimentazioni di questi animali fuori dai confini nazionali. In caso di rilascio del passaporto individuale europeo per cane, gatto efuretto, infatti, il numero di microchip deve essere riportato nella pagina del documento relative all’identificazione dell’animale, dove sono specificati anche data di impianto e localizzazione del microchip.

L’identificazione e la registrazione dei cani possono essere effettuate sia da veterinari ufficiali che da veterinari libero professionisti, abilitati ad accedere all’anagrafe canina regionale, secondo modalità predefinite dalle regioni e dalle province autonome di Trento e Bolzano. 

Prassi ancora più complessa se siamo intenzionati a recarci in Paesi extra Ue: dovremo assolutamente contattare l’ambasciata del Paese terzo in Italia o direttamente l’Autorità del Paese verso cui si intende andare. Ogni Paese ha i suoi obblighi e le sue restrizioni. Inoltre, dato che in alcuni Paesi terzi ci sono leggi molto severe che prevedono, ad esempio, che il cane venga messo in quarantena in una struttura sanitaria e quindi separato dal proprio padrone anche per lunghi periodi, il Ministero consiglia di acquisire tutte le informazioni necessarie con largo anticipo. Se il trasferimento è relativo ad un tempo piuttosto breve, forse è meglio valutare una soluzione alternativa al viaggio insieme   a noi. 

MEZZI DI TRASPORTO  

Se spostarsi in treno o in traghetto con il proprio animale oggi non costituisce più un problema – sia Trenitalia che Italo treno accettano animali di tutte le taglie e addirittura Corsica Ferries ha dedicato una promozione lo scorso anno ai possessori di animali – viaggiare in aereo presenta ancora delle difficoltà. 

Innanzitutto non esiste una regolamentazione unica per tutte le compagnie per l’accesso a bordo dell’aeromobile di cani e gatti a seguito del passeggero. Ad eccezione dei cani per i ciechi, che possono viaggiare con il padrone se muniti di guinzaglio e museruola. Solitamente, però, cani di media e grossa taglia vengono alloggiati in apposite gabbie rinforzate nelle stive pressurizzate. 

Il trasportino deve consentire all’animale di stare in una posizione comoda, di potersi girare e accucciare; deve essere ben aerato, impermeabile, resistente e nel fondo può essere presente un telo e/o altro materiale assorbente.

L’animale non deve avere né guinzaglio né museruola. Questi accessori non devono inoltre essere lasciati all’interno del trasportino. Naturalmente la separazione dal padrone e lo spazio limitato concesso possono creare forte stress e disagio al cane e pertanto è sempre bene valutare con il medico veterinario sia l’opportunità del viaggio che eventuali interventi come l’uso di tranquillanti. Bisogna tener presente, infine, che i viaggi aerei che prevedono scali possono comportare un rischio per l’animale: potrebbe essere bloccato nei paesi di transito per eventuali controlli sanitari.

È quindi importante che, in caso di scali, ci si informi sugli obblighi sanitari anche dei Paesi in transito. L’automobile risulta sicuramente ilmezzo più comodo e più semplice con cui organizzare un viaggio con il nostro pet. Tuttavia è bene comunque avere qualche accorgimento. Se possibile, evitiamo le ore più calde della giornata e stiamo attenti all’aria condizionata: gli sbalzi di temperatura sono pericolosi per noi e per i nostri amici.

Cerchiamo di avere una guida regolare, evitando accelerazioni e frenate non necessarie. Il mal d’auto o cinetosi è un problema piuttosto comune:i segni tipici sono agitazione, affanno, salivazione eccessiva, e infine vomito. Il medico veterinario può prescrivere farmaci efficaci, sicuri e privi di effetti indesiderati, che devono essere somministrati prima del viaggio. Durante I viaggi lunghi facciamo soste regolari per fare scendere il cane dalla macchina per sgranchirsi le zampe e per fare con calma i suoi bisognini. 

SPIAGGE E ALBERGHI  Si stanno finalmente moltiplicando le strutture pet-friendly. Per avere maggiori informazioni, oltre a consultare le diverse guide in rete, possiamo anche contattare gli uffici turisti o le pro-loco della meta che abbiamo designato per la vostra vacanza.  Infine facciamo un check up prima della partenza: stato di salute, richiami delle vaccinazioni, trattamento antiparassitario. Aiuterà noi e il nostro animale a partire più tranquilli.

LA VALIGIA A QUATTRO ZAMPE  Mettiamo in valigia:  Certificato di iscrizione in anagrafe, libretto sanitario e, se richiesti dalle autorità della località che si intende raggiungere, certificato di buona salute, certificato della vaccinazione antirabbica, passaporto europeo.
Strumenti per la raccolta delle deiezioni. 

  • Ciotole per acqua e cibo. 
  • Una piccola scorta di cibo. 
  • La lettiera.

 Eventuali farmaci che l’animale assume d’abitudine, prodotti antiparassitari e un mini-kit di pronto soccorso. 

  • Un collare o una pettorina, un guinzaglio di scorta e la museruola.  
  • Eventualmente il suo lettino e/o la sua coperta. 
  • Il necessario per l’igiene (spazzola, salviettine umidificate, un asciugamano). 
  • Qualche giocattolo.

Arcaplanet è il leader di mercato per il segmento pet care in Italia, conta 153 punti vendita distribuiti in 13 regioni oltre al canale e-commerce su www.arcaplanet.it; in venti anni dalla sua fondazione ha visto una veloce e forte crescita sia dimensionale sia di fatturato e addetti. Con 800.000 carte fedeltà di clienti attivi persegue la propria missioni di accontentare la crescente richiesta dei padroni, rispondendo alle esigenze di tutti gli animali domestici, con prodotti e servizi sempre nuovi. I negozi si differenziano per dimensione e per format di comunicazione, da un minimo di 150 mq fino agli oltre 1000 mq dei formati Large.

Vademecum in viaggio con i nostri animaliultima modifica: 2016-08-04T20:59:55+02:00da modaefashion
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento